Inviti di comunione, esempi e caratteristiche

Inviti di comunione, esempi e caratteristiche

Inviti di comunione, esempi e caratteristiche

Un momento importante per i bambini, un evento atteso dai genitori. La Prima di tutte le prime volte: la cerimonia che inquadra la via della religione, che apre le porte al sacramento dell’Eucarestia...la prima volta che si riceve l’invito al banchetto di Gesù. Evento solenne. Non bisogna tuttavia perdere di vista il carattere gioioso che la partecipazione degli invitati impone: è certamente la festa del vostro bambino. Per ogni festa c’è un invito, per ogni invito un cartoncino: su ogni cartoncino si possono stampare inviti di comunione!

Invito o partecipazione che sia, la stampa biglietti Prima Comunione si impegna a realizzare set variegati per gusto, forma e caratteri speciali. Si può prediligere una realizzazione sobria con poche informazioni e decorazioni prestampate e con il nome degli invitati – magari scritto a mano – sul retro dell’invito stesso. Ovviamente non possono mancare le informazioni cardine: orario e luogo del rito religioso e della location per l’eventuale (successivo) banchetto/festa. Buona norma è far recapitare l’invito almeno otto gironi prima della cerimonia.

Forma, immagini e caratteri tra il Sacro e il profano. È buona norma affidarsi a inviti/biglietti realizzati su uno o due fogli. Spesso ci si affida a illustrazioni che richiamano direttamente il carattere sacro dell’evento: come la cena, il Cristo che accoglie i bambini o riproduzioni di opere d’arte a carattere sacro. Altre volte il ‘carattere profano’ prende il sopravvento  riducendo l’immagine sacra e valorizzando il carattere gioioso della festa. A ognuno il suo invito, per la Prima di tutte le prime volte.