3 utili suggerimenti per realizzare un biglietto da visita originale

3 caratteristiche che rendono un biglietto da visita originale

3 caratteristiche che rendono un biglietto da visita originale

Uno specchio che riflette professionalità: il biglietto da visita parla al cliente. Utilizza poche parole, preferisce la concretezza, gioca sull’aspetto visivo: per colpire lo sguardo, per accreditarsi professionalità. L’approccio con il pubblico è tutto, il bigliettino da visita è il pozzo senza fondo dove lasciar intravedere i dettagli della figura professionale. Parola d’ordine: originalità!
Di seguito elenchiamo le 3 caratteristiche principali per realizzare un biglietto da visita originale:

Essenziali, non ermetici: il resto è noia. L’informazione principale veicolata dai biglietti da visita è la presentazione di se stessi. Uno specchio riflettente solo i dettagli che soddisfino l’aspettativa del potenziale cliente: chi sei, di cosa ti occupi, come farti contattare. Non dire tutto, limitarsi all’essenziale: nome o logo d’azienda, qualifica professionale, indirizzo, contatti telefonici, sito web e contatti social. Il resto annoia…

Il fine giustifica i “segni”. Raggiungere il cliente vuol dire colpirlo, sedurlo. Catturarlo al primo impatto, incuriosirlo. Inserire un’immagine, un logo, una foto d’azienda può aiutare l’interlocutore a fissare nella mente un viso, un’attività, una figura professionale qualificata. Il fine giustifica il “segno” anche nella scelta del carattere tipografico: si può spaziare nel vasto regno dei fonts preferendo quelli maggiormente ricercati e fantasiosi, o magari optando per quelli standard. All’azienda e al suo target la scelta.

Colori e Design. Non limitarsi nella scelta del colore può rappresentare un vantaggio, a maggior ragione se l’azienda (o figura professionale) si è dotata di un’immagine particolarmente dinamica ed al passo coi tempi. Il biglietto da visita può essere realizzato attraverso l’applicazione di un design colorato con un logo che rappresenta la propria attività (ad es. Biglietto da visita per fisioterapista, biglietto da visita per avvocato,...), seguendo le vie infinite della mescolanza o rimanendo su un’unica tonalità con una grafica generica (es… biglietti da visita generici ). Senza perdere mai di vista la coerenza rispetto all’immagine professionale/aziendale.