Il biglietto da visita perfetto di American Psycho | StampePress

Il biglietto da visita perfetto di American Psycho

Il biglietto da visita perfetto di American Psycho

Non hai ancora un biglietto da visita e sei convinto di non averne bisogno? Patrik, il protagonista del  video che proponiamo di seguito , non sarebbe d’accordo. In quest’ estratto di American Psycho, film cult degli anni novanta, Christian Bale è infatti ossessionato dalla propria immagine.
Convinto che biglietti da visita di bassa qualità forniscano un’ idea fuorviante di sè, scadente e per nulla professionale, entra in competizione con i suoi colleghi sviluppando stupide gelosie.

 


Il biglietto da visita perfetto agli occhi di Patrik sembra essere quello mostrato dall’amico: indefinita tonalità di bianco, raffinata resistenza della carta e presenza di filigrana. Per una persona meticolosa come il nostro protagonista, giovane ed ambizioso consulente finanziario, anche il minimo dettaglio è fondamentale! A differenza dei bigliettini da visita di Patrick, bianco osso con caratteri Silian Rail (denominazione non reale, corrispondente al Garamond classico Sc)quelli degli amici appaiono tutti più curati e raffinati. L’invidia del consulente finanziario cresce all’ inverosimile dinnanzi ai caratteri in rilievo su sfondo a guscio d’uovo dell’amico. E’ indubbio che uno stile minimal e sobrio sia preferito in ambienti di prestigio, in quanto denota serietà senza ostentare. L’utilizzo della filigrana inoltre, aiuta ad accrescere il pregio delle business card, un tocco di classe che rende il lavoro ancora più ricercato. Evidenziamo di seguito i punti cardine del biglietto di Paul Allen, il vicepresidente della società di Patrick:
 

1) Contatto e nome della società sono posizionati nelle due estremità superiori

2) Il nome dell’intestatario ed il ruolo sono posizionati al centro

3) Indirizzo e Fax si trovano invece a piè pagina

4) Il fondo è bianco, probabilmente su carta patinata

 

Questo Annuncio si chiuderà automaticamente entro 8 secondi